Prossima adozione del Regolamento Edilizio

E’ in prossima adozione il Regolamento Edilizio del Comune di Pietrasanta, informarsi è un diritto e un dovere!

(Da artiolo sul profilo FaceBook del Comune di Pietrasanta)
Revisione generale del Regolamento Edilizio comunale. Novità principali presentate nella commissione consiliare urbanistica del 16 marzo 2011
Questa revisione si è resa necessaria per adeguare il Regolamento Edilizio Comunale, alle disposizioni di legge nazionali e regionali vigenti; senza comunque stravolgerne l’impianto originario.
In particolare sono stati aggiornati i seguenti temi:

– Procedure e Titoli abilitativi. In particolare introduzione dell’istituto della SCIA (Segnalazione certificata inizio attività).

– Adeguamento alla Legge regionale n. 5/2010 “Norme per il recupero abitativo dei sottotetti” garantendo il rispetto dei requisiti igienico-sanitari fissati dalla vigente normativa nazionale

– Regime sanzionatorio (LR 1/2005 e DPR 380/2001)

– Adeguamento alle disposizioni del Codice dei beni culturali relativamente alla disciplina dell’Autorizzazione Paesaggistica, dell’Autorizzazione Paesaggistica semplificata, della Commissione del paesaggio, della individuazione delle opere non soggette a tale autorizzazione

– Coordinamento con le nuove normative in materia di Sportello Unico

– Recepimento delle Norme in materia di Edilizia sostenibile per la realizzazione di costruzioni a basso impatto ambientale. Anche in questo caso è stato fatto un lavoro per rendere più possibile chiara la materia, con l’introduzione di una norma unica che racchiude tutte le norme sulla bio-architettura.

– Sicurezza nei cantieri

– Irricevibilità del Permesso di costruire e improcedibilità della SCIA

Correttivi apportati al fine di soddisfare i fabbisogni evidenziati dai cittadini, dai professionisti e dalle attività economiche:

– Disciplina più dettagliata ed attuale in materia di Manufatti temporanei. Tutti gli esercizi commerciali della Marina e delle frazioni potranno mettere verande e gazebo temporanei, fino a 16 metri quadri, che non rimangano in essere più di sei mesi. Ne saranno agevolati bagni, ristoranti, alberghi ecc. In questo modo si è voluto venire incontro alle categorie economiche in un momento di difficoltà.
Ad esempio, i bagni che nei mesi estivi non avevano più la possibilità di inserire le cabine temporanee perché scaduto il regolamento in materia il 31 dicembre scorso, con questo adeguamento potranno inserire nuovamente queste strutture per sei mesi, e per i mesi invernali fare domanda per un rimessaggio dell’attrezzatura. Le domande dovranno essere fatte allo sportello Unico, e non ne usufruirà il Centro Storico perché normato dal regolamento dell’arredo urbano e dei suoli pubblici.

– Definizione di Manutenzione ordinaria e straordinaria con elencazione dettagliata esemplificativa al fine di consentire una miglior individuazione delle opere rientranti nell’attività edilizia libera. Infatti la norma nazionale ha semplificato molto alcuni procedimenti. Nel regolamento ogni cittadino troverà dunque una scaletta con ben specificato quali opere rientrino nella manutenzione ordinaria e quali in quella straordinaria, e di conseguenza sapere immediatamente se deve dichiarare o no l’inizio dei lavori.

– Inserimento di un glossario tecnico per favorire la lettura e la interpretazione del testo agevolando l’attività di tutti gli operatori del settore

– Eliminazione di incongruenze e refusi

– Annessi per ricovero di animali da cortile. Recepimento delle prescrizioni sanitarie necessarie. Attualmente per il ricovero di animali da cortile la nostra norma era incoerente con le norme della Asl. Con questo articolo si sono recepite le norme sanitarie e il proprietario di animali eviterà di prendere delle multe dal Comune, pur essendo a norma con le leggi sanitarie. Ad esempio la Asl prevede la realizzazione di una pavimentazione lavabile per chi tiene gli animali all’aperto, invece le norme comunali non richiedevano alcun intervento di pavimentazione. Questo contrasto è stato sanato e ora sarà possibile realizzare la pavimentazione senza incappare in multe da parte del Comune.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: